Crea sito

“Sogniamo la D ma pensiamoci alla fine”

Hits: 4

37 Visite totali, 3 visite odierne

23/02/2020:
Michele Mazzara, presidente del Dattilo Noir: “Sogniamo la D ma pensiamoci alla fine”

Un piccolo centro con una grande squadra che si chiama Dattilo Noir e naviga nella prima posizione del campionato di calcio d’Eccellenza. Al momento in cui scriviamo, la società cara al presidente Michele Mazzara presenta grandi numeri: 57 lunghezze in graduatoria su 23 incontri disputati (le seconde inclassifica Canicattì e Akragas ne hanno 8 in meno), 18 successi conquistati, 54 gol fatti(miglior attacco del torneo) e solo 15 incassati. De Luca è il cannoniere della squadra con 13 reti messe a segno.

Il sogno di questa frazione del Comune di Paceco, regno dei gustosissimi “cannoli”, con poco meno di 700 abitanti, si chiama serie D e ci si trova ad un passo grazie ad un capolavoro costruito in estate. Il presidentissimo Michele Mazzara vuole stare con i piedi per terra anche perché la scaramanzia non è mai troppa ma è chiaro che la serie D per il Dattilo Noir rappresenta una grande conquista oltre che un miracolo calcistico.

Il massimo dirigente della società getta acqua sul fuoco e indica che “siamo sulla scia giusta, i risultati ci confortano e ne siamo contenti. Quest’anno abbiamo realizzato un progetto per ben figurare come facciamo in ogni campionato. Abbiamo ingaggiato un nuovo allenatore che corrisponde al nome di Ignazio Chianetta, sicuramente uno che sa il fatto suo, un tecnico che non ha bisogno di presentazioni il quale ha fatto molto bene in altre società. Insomma possiamo benissimo affermare che siamo andati sul sicuro, su una persona che poteva concederci determinate garanzie sia per la campagna di potenziamento che per il campionato. Non lo scopriamo certamente adesso. Sulla scia di altre compagini abbiamo pensato di allestire un gruppo che potesse mirare alle zone alte della graduatoria. I risultati fin qui ottenuti ci stanno dando ampiamente ragione”. Il presidente con grande “savoir faire” dei punti di forza della società come “il direttore sportivo Giuseppe Scarcella, una persona che, senza nulla togliere agli altri, si sa muovere abbastanza bene nell’ambito della propria mansione. Di lui apprezzo l’umiltà. Un direttore generale sempre vicino alla squadra come Peppe Sansica, Abbiamo un segretario come Reina che svolge il proprio lavoro con grande professionalità e un gruppo di tecnici abbastanza preparati.

Per quanto concerne il mantenimento dell’intera struttura ritengo doveroso porgere un caloroso ringraziamento ai nostri sponsor perché ci sostengono nel migliore dei modi. Da non trascurare i 70 abbonati che offrono il loro contributo e a chi paga il biglietto. Tutto è essenziale per tirare avanti in una società come la nostra”. In prospettiva futura il presidente Mazzara avrebbe il piacere di continuare a giocare a Paceco e fa riferimento al sindaco Scarcella che “in caso di salto di categoria si è messo a disposizione per i lavori necessari per l’adeguamento al campionato superiore. Mi sento il primo tifoso di questa squadra ma la mia mente va ai prossimi incontri. Pensiamo a giocare. Ancora ci sono diverse partite con scontri diretti abbastanza importanti. Cercheremo di tenere a dèbita distanza le antagoniste per poi sorridere di gioia e unirci in un unico abbraccio liberatorio per la conquista di un sogno”. Con queste parole Michele Mazzara ci saluta con grande garbo e gentilezza e ci rendiamo conto di essere stati a contatto con un signore di altri tempi come ormai pochi ce ne sono. In bocca al lupo presidente.
Articolo scritto da
Antonio Ingrassia

Print Friendly, PDF & Email